Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘fai da me’ Category

ho fatto l’albero di Natale! non è bellissimo?

albero-di-natalune 

Annunci

Read Full Post »

la cartolina

ieri ho trovato una cartolina ad aspettarmi sul pianerottolo. è lì che il mio gentile padrone di casa mi lascia la posta che ritira dalla cassetta.

la cartolina veniva da Maiorca, e diceva più o meno così:

ricorda!
che si può lavorare perchè i propri sogni si avverino, che il dolore concima, che si sopravvive, che siamo state insieme davvero, che ti voglio bene, che te ne vorrò sempre di più, piano piano, che avere paura va bene ma si va avanti lo stesso, che quello che si fa perchè lo si vuole davvero non può essere sbagliato.

l’ho trovata bellissima. mi sono proprio commossa.

non era firmata, ma ho riconosciuto la scrittura, è la mia…

che bel pensiero che ho avuto!

Read Full Post »

quei tubi della caldaia, nella mia cucin-saladapranz-salott, proprio non si potevano vedere.

così mi sono inventata un modo per coprirli. ho comprato un tralcio di edera finta al fai da te qui vicino, l’ho smontato in singoli rami e ho ricoperto gli orridi tubi con tutta la santa pazienza che avevo, scendendo e salendo le scale mille volte per vedere che effetto faceva e riaggiustare qua e là. sembrerà un lavoro semplice, ma mica vero.

l’effetto finale mi piace, e, al contrario di quanto temevo, non è che passandoci vicino uno pensi proprio “uh, ma com’è finta quest’edera”.

nel ciddì, intanto, suonavano i Marta sui Tubi, con “c’è gente che deve dormire”. beh, i tubi del loro nome non sono certo quelli di una caldaia, ma ognuno ha i tubi che si merita.

Read Full Post »

che fimo !

il fimo è una pasta sintetica modellabile.un pongo più facile da lavorare, diciamo. si modella con le mani, si può tagliare con coltello o forbice, bucare, inciderere, tirare con il mattarello e via così.

l’ho scoperto un po’ per caso e ne ho comprato qualche panetto, per provare. è divertente! peccato che io sia un’incapace a modellare, perchè idee ne ho, ma in quanto a metterle in pratica lascio un po’ a desiderare. il mio primo omino di fimo e stuzzicadenti potrebbe benissimo passare per un lavoretto fatto all’asilo nido…

però oggi pomeriggio ho avuto un aiutante che ha presto superato il maestro. ha fatto delle perle da collana bellissime e inventato nuove tecniche di mescolamento dei colori. eh ben, non è che lo amo per niente.

                                                                                                                                                                         

fimo, fimissimo!

Read Full Post »

questo è il nome di un software online ad uso gratuito in grado di trasformare una vostra foto in un file pdf che, stampato, da origine ad un megaposter composto da un numero di fogli a scelta.

si fa l’upload della foto prescelta, si sceglie se si vuole il poster in bianco e nero o a colori. poi si sceglie il formato di carta che si andrà a stampare e la dimensione finale del megaposter, di cui si avrà subito una preview.

dato l’ultimo ok, il software elabora l’immagine e rende disponbile un file pdf al salvataggio. Stampando il file si ottengono quelle che potete immaginare come un grosse tessere di un mosaico.

l’idea mi piaceva, anche perchè nella gallery del sito ci sono degli esempio stupendi, così ho fatto una prova. qui sotto il risultato, attaccato al muro del mio salotto con micropalline del mitico patafix.

 

volete provarci anche voi? cliccate qui e buon divertimento. mi piacerebbe vedere le vostre “rasterbations”!

Read Full Post »

dopo il primo tentativo di rendere un po’ più piacevole il lampadario di carta di riso comprato per il mio soggiorno, ho deciso di farne una nuova versione.

la prima era carina però tutte le volte che la guardavo pensavo “beh, avrei anche potuto farlo un po’ meglio!”

così ho approfittato della Silvia che andava all’ikea (santa!) e mi sono fatta prendere un po’ di lampadari intonsi.

ho capito che quello che non mi piaceva del primo lampadanto era che i motivi decorativi erano messi a caso ma finivano per fare solo confusione. e poi avevo diluito troppo la tempera, e con la luce accesa si leggevano troppo le pennellate.

così ho deciso per lo stesso tipo di motivi, una maggiore regolarità e la tempera usata senza diluizione.

è con grande orgoglio che vi presento il mio secondo lampadanto:

2-lampadanto-1.jpg        2-lampadanto-3.jpg

[fate click sulle foto per ingrandirle]

nel frattempo ho ricevuto la mia prima ordinazione di lampadanto! i lampadanto invaderanno il mondo! aha!

Read Full Post »

i lavori per la prima delle avventure di Robin Hood continuano, e l’attività di ieri sera è stata finire di decorare la corona del Principe Giovanni. Gli oggetti di scena, si sa, sono importanti, e vanno fatti con amore. Marco ha fatto la corona nuova (la parte d’oro, diciamo) e ha attaccato un po’ di gemme. A me toccava il resto. Ecco la corona com’è arrivata a me.

la Doda mi ha dato un mare di gemme, qualcosa ho ancora comprato io in merceria e poi via di colla a caldo, con la mia pistola nuova nuova comprata ieri. quella che mi aveva prestato carinamente Funky si surriscaldava, e non si poteva lavorare.

insomma, tra centinaia di bave di colla tipo “casa di Spiderman”, qualche lieve ustione ai polpastrelli, e due ore e mezza di lavoro, ecco la corona finita, fotografata in autoscatto sulla mia testa. perdonate la camicia da notte.

 

beh, io che non sopporto paillettes e strass ho fatto un po’ di fatica all’inizio, perchè l’idea era di fare una corona bella pacchiana, ma poi devo ammettere che mi sono divertita.

PS. dai, su, ditemi quanto sto bene con la mia pettinatura nuova. Michi-Diva parrucchiera for president!

 

Read Full Post »

Older Posts »